Gubbio e l’albero di Natale più grande del mondo

Si è acceso mercoledì 7 dicembre e continuerà ad illuminare il bel paesino umbro per tutto il periodo dell’Avvento e oltre. Con le sue 730 luci e i 650 metri di altezza, l’Albero di Natale più grande del Mondo è stato realizzato per la prima volta nel 1981 e ancora oggi continua a stupire tutti i visitatori di Gubbio.

L’Albero è adagiato sul Monte Ingino. Le luci che circondano la sagoma sono rigorosamente verdi, mentre quelle interne di diversi colori, dal rosso al blu, dall’arancione al viola, come un tipico albero di Natale casalingo. Ovviamente non poteva mancare la stella cometa con i suoi 1000 mq di superficie, posizionata vicino ai ruderi dell’antica rocca.

E’ inevitabile rimanere a guardarlo con la bocca aperta. L’Albero di Gubbio osserva dall’alto tutta la cittadina medievale e ci sommerge di uno splendido clima natalizio. Per tutte le informazioni sull’albero e sulla sua storia consultate il sito alberodigubbio.com

CONSIGLIO TRIP. Noi la abbiamo denominata “Nonna Ione”, ma in verità il suo nome è semplicemente signora Ione. Siamo capitati da lei un po’ per caso, un po’ per fortuna, quando cercavamo una sistemazione a Gubbio. Tra gli agriturismi che circondano la zona (tutti bellissimi ma troppo cari) e gli alberghi dove una doppia costava più di 80 euro a notte, Nonna Ione ci ha salvato. Così se volete visitare la città e non perdere l’Albero illuminato potete trovare una comoda sistemazione da lei.

Al secondo piano Ione ha 10 camere tutte con bagno. Il costo? Una doppia a partire da 30 euro. Da alcune si può anche vedere l’Albero direttamente dalla finestra. La colazione non è inclusa ma la posizione è talmente centrale che potrete raggiungere le principali attrattive direttamente a piedi. (via G. Carducci 16 oppure via della piaggiola 67, Tel. 0759220529).

COSA VEDERE. A guardia della città sorge la chiesa più cara agli eugubini, quella di Sant’Ubaldo. Piazza Grande è il centro nevralgico, storico e tradizionale: unisce i 4 quartieri cittadini e dal suo terrazzo si gode un’ampia panoramica sulla parte bassa del centro storico. Qui si ergono Palazzo Ranghiasci e Palazzo del Podestà. Palazzo dei Consoli è diventato il simbolo di Gubbio. Inmancabile una visita all’antico Teatro Romano

DOVE MANGIARE. Tante le trattorie che servono piatti tipici della tradizione umbra. L’Arcobaleno Pizza & Restaurant, a 300 metri dal centro storico in Via Campo di Marte offre menù a 10euro, dove possiamo scegliere un antipasto, un primo o un secondo, bevanda, caffè e digestivo, oppure a 16 euro con antipasto, primo, secondo, contorno, caffè, digestivo e bevanda. Le specialità: porcini e tartufo. Per prenotare: 075.927.67.87

DA FARE ASSOLUTAMENTE. Assaggiare la crescia, il pane tipico di Gubbio. E’ una focaccia realizzata con farina, acqua, bicarbonato, cotta sul testo, un piatto di terracotta riscaldato sul camino. Farcitela con ciò che più vi piace, anche se io vi consiglio qualche fetta di salame di cinghiale e un buon formaggio stagionato al tartufo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *