Se Viaggiare vuol dire anche Aspettare, prepariamoci con il libro di The Paris Review

Le attese noiose all’aeroporto quando viaggiamo da soli, quelle di quando il treno arriva in ritardo, o quelle di quando abbiamo perso la coincidenza con il pullman saranno ora allietate dal nuovo libro messo a punto dalla rivista The Paris Review, Il libro per aerei, treni, ascensori e sale d’attesa.

L’idea della rivista, attiva dal 1953, è stata quella di raccogliere una serie di racconti da leggere a seconda della situazione in cui ci troviamo. Non solo mentre ci spostiamo durante i nostri viaggi quindi, ma anche quando ci imbattiamo nelle attese di tutti i giorni, dalla signora che scarica la spesa dall’ascensore, alle sale d’attesa per le visite mediche.

Stiamo aspettando la ricevuta dell’hotel? Allora partiamo con una bella storia lampo di Raymond Carver. Stiamo alla stazione, lungo la banchina, attendendo il nostro treno? Ecco un bel racconto di una decina di pagine di Philip Roth. E così via. I testi più lunghi sono quelli da leggere sull’aereo e ancora di più quelli da sfogliare quando durante il nostro viaggio ci capitano persone noiose e fastidiose che vogliono a tutti i costi attaccare bottone.

 Niente più preoccupazioni su quale libro portare con noi durante i nostri spostamenti, quindi. Attendiamo con pazienza e leggiamo uno dei tanti e divertenti brani del “libro per chi aspetta”.

Leggi anche:

2 thoughts on “Se Viaggiare vuol dire anche Aspettare, prepariamoci con il libro di The Paris Review

  1. Bè visto che i treni a Roma, e non solo Roma, sono sempre in ritardo o cancellati dovrò acquistare questo libro almeno allieto le attese ai bordi dei binari!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>