Richieste strane in hotel. Dalle “camere bordello” al latte di mucca appena munto

La prenotazione dell’hotel è sicuramente uno dei momenti più delicati del viaggio dopo la scelta della destinazione. Lasciarsi convincere dai portali di ricerca hotel e dalle recensioni dei turisti, storcendo il naso per qualche commento negativo, è un passaggio che almeno una volta ognuno di noi ha sperimentato. Cio che le recensioni invece celano con molta disinvoltura sono le richieste che il cliente ha fatto durante il soggiorno e che, in caso di rifiuto, a volte hanno determinato un giudizio negativo della struttura.

Non stiamo parlando dei classici “l’acqua calda è fredda”, “la stanza è sporca”, “il personale è sgarbato” o altro, ma ci riferiamo alle richieste a volte al limite della sopportazione che giungono ogni giorno alla reception. Viziati dalla possibilità di soggiornare in hotel di lusso con offerte low cost, spesso ci si sente un po più miliardari rispetto alle proprie tasche e arrivano le richieste strane in hotel!

Altre volte, sono proprio i miliardari veri a fare richieste che vanno oltre i servizi offerti dalla struttura, solamente per soddisfare un capriccio o semplicemente perchè hanno le finanze per farlo. Ne sa qualcosa a riguardo lo staff del Setai di Miami, dove un cliente ha chiesto di trasformare la propria stanza in un vero e proprio bordello di lusso, rivestendo tutto in velluto rosso e fornendo alla moglie biancheria sexy per l’occasione. Se vuoi puoi spingerti oltre e conoscere tutti i viaggi più strani al mondo, te la senti?

Ma le stranezze non finiscono qui. A New York un cliente ha chiesto un fuori menù: un piatto di tarantole arrosto da gustarsi in camera, mettendo in non poca difficoltà lo chef di turno. Al Peninsula di Beverly Hills, a Los Angeles, il concierge ha dovuto recuperare il cane dei clienti lasciato a Londra, che è tornato nelle braccia dei padroni in Prima classe, mentre il concierge si è dovuto accontentare dell’Economy.

Quanti di voi non sono rimasti soddisfatti dalla colazione? Come voi anche una celebre pop star, non entusiasta dell’offerta gastronomica del mattino ha chiesto ai responsabili del Saint-Suplice di Montreal che gli venisse servito il latte di mucca appena munto. Vuoi conoscere gli 8 hotel dove troavere un vero paradiso terrestre?

Per finire, tornando a Londra, al Brown Hotel, un cliente ha chiesto che venissero consegnati ben 21 cervi nella sua casa, nel Kuwait, per celebrare il 21esimo compleanno della figlia. Per chi di voi invece non volesse rinunciare nemmeno per una notte alla compagnia del vostro cellulare, c’è il Sagamore Resort di Lake George dove un cliente che aveva problemi di linea ha chiesto ed ottenuto che venisse installata un’antenna nelle vicinanze dell’hotel per fare le sue telefonate senza i problemi di ricezione.

Leggi anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>