Astro-turismo: le migliori “oasi del buio” dove guardare le stelle

Non si tratta di una trovata pubblicitaria che vuole fare concorrenza alle varie notti bianche, ne un’idea delle amministrazioni pubbliche per tagliare i costi della bolletta. In tutto il mondo spopolano le “oasi del buio certificate“, sono dei luoghi dove è possibile ammirare le meraviglie del cielo in modo del tutto gratuito.

Tra le associazioni no profit che si prefiggono di proteggere gli ecosistemi e tagliare anche gli sprechi di energia c’è la Internation Dark-Sky Association (IDA). Oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica ed i governi cerca di promuovere la nascita di vere e propire oasi del buio dove poter osservare le stelle in assoluto “silenzio luminoso” e dove l’occhio umano, che in genere impiega circa 15-20 minuti per abituarsi al buio totale, potrà godersi tutte le meraviglie del cielo.

Sono molti i luoghi dove l’assenza di inquinamento luminoso e la qualità del cielo stellato fanno da richiamo a chi vuole concedersi un weekend di relax. In Nuova Zelanda incontriamo la riserva di Aoraki Mackenzie che con i suoi quattromila chilometri quadri è la riserva del buio piu grande al mondo. Grazie all’assenza di illuminazione artificiale nei dintorni è diventato uno dei siti per l’osservazione delle stelle migliori al mondo. Qui si possono incontrare astrofili da tutto il mondo ed un osservatorio che in soli quattro ha visto gli occhi levati al cielo di circa 30 mila visitatori.

In Scozia c’è invece la foresta di Galoway, cui si aggiunge l’Exmoor National Park nelle contee inglesi di Devon e Somerset. In Portogallo c’è l’Alqueva, nell’Alentejo, il primo sito dichiarato Starlight Tourism Destination dalla fondazione Starlight su indicazione dell’Unesco. Sono previsti numerosi itinerari, anche a cavallo, per osservare le stelle, la natura e per gustare la bontà dei vini locali. Per i meno attrezzati anche la possibilità di noleggiare telescopi o binocoli.

In Spagna, altri due luoghi del buio sono la riserva della biosfera di La Riojia e La Palma, l’isola delle Canarie.

Infine, ci spostiamo in Cile, da sempre luogo ideale per astronomi di professione per gli astro-turisti. Nella parte settentrionale del paese troviamo infatti La Serena, Vicuna, Elqui, Andacollo e Iquique. Inoltre nel deserto di Atacama trovere il Very Large Telescope, il telescopio ottico più grande del mondo.

Leggi anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>