Messico da nord a sud: tour dei migliori luoghi da visitare

Sette volte più grande dell’Italia, con una popolazione numerosissima, il Messico offre molte possibilità di viaggio. Prendiamoci un po’ di tempo per esplorare questa stupenda e incredibile zona dell’America centrale, magari affittando una macchina o utilizzando aerei per gli spostamenti più lunghi e il classico pullman per quelli più brevi: per molti viaggiatori i mezzi pubblici, pur antiquati e non troppo veloci, rimangono una valorosa alternativa per viaggiare in Messico, senza perdersi nemmeno un tratto del maestoso paesaggio di questo paese immenso.  

deserto di sonora-mindthetripIl nostro tour inizia da nord, dove regna il deserto di Sonora, uno dei deserti più estesi e caldi del nord America, caratterizzato da una notevole varietà di animali, tra cui il celebre e velenosissimo Mostro di Gila (una lucertola). Nell’area ci sono due parchi naturali protetti: il Joshua Tree National Park e il Saguaro National Parkcome.

Poco più ad ovest ci attende la Baja California, una lingua di terra con montagne alte fino a 2000 metri a picco sul mare, mentre a Cabo San Lucas assisteremo ad uno dei tramonti più belli della nostra vita. Questa zona può essere interessante anche d’inverno, quando le acque del Pacifico si popolano di balene che dalla bassa California si possono facilmente individuare. Dall’altra parte del golfo Los Mochis, che in lingua maya significa terra delle tartarughe e Chihuahua.

Scendendo verso sud incontriamo Mazalan, Puerto Vallarta, la baia di Manzanillo e Acapulco, porto abituale per le rotte che vanno tra Panama e San Francisco. La città di Guerrero è famosa per i tuffatori della Quebrada, un gruppo che si esibisce quotidianamente in tuffi pericolosi da circa 35 metri di altezza in un’insenatura poco profonda. Da Acapulco si entra nella sierra Madre e ci si dirige verso Città del Messico e Guadalajara, elegantemente soprannominata “la perla d’occidente”. 

città del messico-mindthetripCittà del Messico, una delle città più grandi del mondo, vi sorprenderà, vi entusiasmerà e forse vi deluderà. Dal punto di vista culturale offre molto tra i quartieri coloniali, i ruderi della civiltà Atzeca di Tzompantli e del Templo Mayor. Ma state attenti ad ostentare gioielli e oggetti di valore. Come tutte le grandi città, Città del Messico è caotica, piena di cose da vedere ma anche di truffatori pronti a rovinarvi la vacanza. 

Fermiamoci un giorno in più e visitiamo Teotihuacan, l’antica città Atzeca di cui si possono ancora ammirare le rovine, ad appena 50km da Città del Messico. Il nome fu dato dagli Aztechi e viene tradotto come “il luogo dove vengono creati gli dei”. Teotihuacan è il più grande sito archeologico precolombiano del Nord America, Piramide del sole - mindthetripdichiarata patrimonio dell’umanità dell’Unesco dal 1987. Sui lati dell’ampio viale centrale della città, il Viale dei  Morti, sorgono ancora edifici cerimoniali, tra i quali  la famosa Piramide del Sole e quella della Luna. Più avanti si trova La cittadella con il Tempio del serpente piumato, dove un tempo sorgeva il fulcro politico e religioso della città.

Abbandonate le tracce del ricco passato storico e culturale di questa terra, continuiamo lungo la Sierra, dove si incontrano le cime del Pico de rizab, del Popocatepetz e del Iztaccihauti che superano tranquillamente i 5000m. A Palenque i Maya costruirono palazzi e templi. Ricordatevi che in questi villaggi interni bisogna rispettare le credenze Maya e non è possibile scattare foto che, secondo un’antica leggenda, rubano l’anima.

Ed eccola, sempre più vicina a noi, la penisola dello Yucatan con Cancun, l’affaccio sul mare dei Caraibi, le rovine Maya di Xcaret. Cancun si divide in due aree: una situata nella parte continentale, dove sorge la vera e propria città e l’altcancun-mindthetripra in un’isola di appena 22km su cui si estende la zona degli alberghi. Quest’isola a forma di 7 è unita alla terra ferma da due ponti che ci porteranno direttamente nel centro della città. Pensate che fino a pochi anni fa, più o meno fino agli anni 70, quest’isola era circondata da mangrovie e coperta da pantani, era completamente deserta e poche persone ne conoscevano l’esistenza. Oggi è considerata una delle mete turistiche per eccellenza.

Per concludere il nostro viaggio interessante si presenta la costa da Tulum a Xel: spiagge e mari incontaminati che ci permetteranno di  abbandonarci al relax completo e al divertimento più sfrenato tra snorkeling e scuba diving.

Leggi anche:

2 thoughts on “Messico da nord a sud: tour dei migliori luoghi da visitare

    • Stefano's Trip

      Ciao Annalisa!
      Grazie mille! Se hai qualche consiglio di viaggio o itinerario
      alternativo che hai sperimentato non esitare a segnalarcelo!

      A presto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>