Visitare Parigi: le dieci notizie utili da conoscere prima di partire

Una città talmente ricca di bellezze che risulta veramente impossibile visitarla tutta in pochi giorni, Parigi va scoperta con calma e tranquillità. Bisogna concedere Notre Damealmeno una giornata al Louvre, uno dei musei più importanti al mondo, un’altra giornata tra Torre Eiffel, gita romantica lungo la Senna e visita alla cattedrale di Notre Dame. E poi l’Arco di Trionfo, le Champ Elisee e i quartieri più caratteristici come Montmartre. Dove mettere i tour extra verso la corte di Versailles e il parco divertimenti di EuroDisney? Nella lista delle cose da portare risulta indispensabile un programma delle maggiori attrazioni da visitare. Pianificare il proprio viaggio in anticipo, a seconda dei gusti e degli interessi, è compito vostro. Ma per le dieci notizie utili da conoscere prima di partire ci pensiamo noi. 

1. Dove dormire. Sia che desideriate soggiornare in hotel o in un bed and breakfast, sia che vogliate affittare un appartamento nel cuore di Parigi, consultate All Paris Apartments: qui troverete una selezione dei migliori alloggi della capitale francese, ma soprattutto la possibilità di scegliere tra più di 400 appartamenti. Ovviamente la scelta di un appartamento vi permetterà di risparmiare notevolmente, sia che viaggiate in famiglia sia in gruppo, ma soprattutto di godere di una maggiore libertà e di avere la possibilità di cucinare in casa, risparmiando i soldi per pranzi e cena.

2. Paris’re trop cher. Parigi è sicuramente tra le città più care d’Europa. Se si vuole risparmiare basta seguire alcuni accorgimenti (uno lo abbiamo già dato prima). Per esempio al ristorante possiamo scegliere il menu turistico, che in linea di massima costerà attorno ai 15 euro; la cena risulta un po’ più cara con una spesa minima di 20 euro. Eliminando vini d’annata si risparmia enormemente. Considerate che nei locali un cocktail costa tra gli 8 e i 10 euro. Molti bar e caffè sono aperti dalle 6.30 alle 22.

3. Cibo. Volendo quindi ci si può arrangiare ma vi consiglio di concedervi almeno una cena coi fiocchi, durante la quale assaggiare i piatti più conosciuti della cucina francese come le lumache, il foie Gras, le ostriche e le famose crepes. Sarebbe un peccato tornare a casa senza aver provato almeno uno dei piatti che ha fatto la storia della cucina. Ricordate che si mangia solitamente tra le 12 e le 13.30 e si cena tra le 20 e le 22.30.

4. Shopping. Per il vostro shopping, sappiate che i negozi sono aperti dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 19.00, anche se alcune boutiques rimangono Galerie La Fayettechiuse il lunedì mattina. Dove andare a scatenarsi? Senza dubbio a la Galeries Lafayette, un quartiere che merita una visita non solo per lo shopping; i grandi magazzini come BHV, Le bon Marchè e Le Printemps; la famosa Rue de Rivoli e il celebre triangle d’or tra avenue Montagne, rue Francois I e Rue du Fauborg-St-Honorè.

5. Visite culturali. Il Louvre, la cattedrale di Notre Dame, la salita alla Torre Eiffel, Il Museo d’Orsay, quello dell’Orangerie, la visita a Versailles. Bisogna sicuramente pianificare in anticipo le visite culturali e fare una lista su cosa si vuole andare a vedere assolutamente e cosa, ahimè!, si deve scartare. Molti musei e monumenti sono gratuiti per tutti i giovani al di sotto dei 25 anni, mentre per tutti gli altri si entra gratis ogni prima domenica del mese. L’offerta è valida solo per le esposizioni permanenti, quelle temporanee restano comunque a pagamento.

6. EuroDisney. La visita ad EuroDisney è d’obbligo. Oggi il più grande parco divertimenti d’Europa comprende ben 2 parchi a tema, 7 hotel, 2 centri congressi, un campo da golf e il Disney Village, con il suo cinema a 15 sale. Dal centro di Parigi partono quotidianamente pullman diretti al parco. Si può chiedere aiuto all’albergo oppure prenotare direttamente la gita da casa prima di partire.

7. Versailles. Eccola a soli 17km da Parigi, la maestosa Versailles, la reggia fatta realizzare da Luigi XIV. Come nel caso di EuroDisney, anche per Versailles partono quotidianamente bus dal centro città che in soli 30-40 minuti raggiungono la corte. Oltre alla visita del castello, si possono ammirare i bellissimi parchi circostanti, mentre d’estate è possibile assistere alle fontane musicali.

8. Paris Visit Card. Tra piazze, parchi e monumenti non si sa veramente a chi dare i resti. MontmartreInteressante è l’offerta della carta Paris Visit, una carta pensata per facilitare la visita della città. Si parte da un prezzo minimo di 10 euro e sono inclusi sconti in negozi, musei, escursioni, spettacoli, carte telefoniche e alcuni luoghi di interesse.

9. Il clima. Parigi ha un clima variabile. D’inverno conviene coprirsi: la temperatura può facilmente scendere sotto lo zero. D’estate conviene scoprirsi: i 30 gradi sono dietro l’angolo. Certamente a primavera Parigi è bellissima. In inverno c’è la possibilità di vedere la città vestita a festa, soprattutto sotto il Natale. D’estate l’afa può essere opprimente.

metro parigi10. In metrò. La metropolitana chiude alle 2 del mattino tutti i venerdì, i sabato e   i pre-festivi. Per tutta la notte di San Silvestro si viaggia gratis. 

La curiosità. Da settembre 2013 i parigini potranno godere di fontanelle che serviranno direttamente acqua  minerale gassata. La prima sarà impiantata nel giardino di Reuilly e avrà rubinetti per l’acqua semplice, a temperatura ambiente e naturalmente gassata. L’acqua sarà gratuita. Sarebbe carino farci un salto per rifornire le nostre bottigliette durante il tour.

 

Leggi anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>