casa vacanze brutta

Affittare una casa vacanze: risparmiare ed evitare fregature

 

 

Sono un amante del viaggio non organizzato, quello improvvisato su un tavolino del bar all’ultimo minuto. Prenoto sul momento e trovo una sistemazione chiedendo alla gente del luogo: una scelta che ti da la possibilità di conoscere tante persone ed entrare a pieno nel ritmo di vita della città.

Ma a volte anche io ho bisogno di un po’ di riposo organizzato, di qualche giorno nello stesso luogo, utilizzato come punto di appoggio per esplorare i dintorni. In questi casi l’unica alternativa agli hotel, troppo costosi, specie se il soggiorno sfiora la settimana, è quella di prenotare una casa vacanze. Ho affittato con i principali siti internet di affitto di case vacanze e con i portali di annunci privati, spesso rischiando di ritrovarmi senza un alloggio una volta arrivato.

Mi sono quindi chiesto, quali sono gli aspetti fondamentali per affittare una casa per le mie vacanze senza incorrere in brutte sorprese o fregature.

Dove trovare case vacanze in affitto

Il web è pieno di portali di affitto dove è possibile trovare il nostro alloggio per le vacanze, estive o invernali. Dai classici HomeAway, Homelidays, Villas, fino alle recenti comunità nate sull’onda della share economy, come ad esempio Airbnb e Wimdu. Evitate i portali di annunci generici dove è più facile incontrare truffe e malintenzionati e cercate di scegliere, ove possibile, agenzie specializzate in case vacanze che abbiamo un proprio sito internet.

casa mare

Come faccio a risparmiare sull’affitto di una casa vacanze?

Affidandosi ai portali di affitto classici, dove il portale stesso è un intermediario, ricordatevi che il prezzo che vedete è spesso comprensivo della commissione del sito internet dove lo avete trovato. Il classico espediente per abbassare il costo della vostra vacanza è cercare di contattare direttamente il titolare o l’agenzia e chiedere un prezzo ad hoc. Potrete risparmiare fino al 30% del prezzo iniziale.

Come evitare fregature e costi aggiuntivi

Chiedete conferma al proprietario di tutto cio che troverete all’interno dell’appartamento e della presenza di eventuali costi aggiuntivi. Le spese di pulizia finali sono incluse? La tassa di soggiorno si paga a parte? Le utenze (acqua, luce e gas) sono escluse? Insomma, fate più domande possibili per avere ben chiara la situazione che troverete una volta arrivati.

casa vacanze brutta

Deposito cauzionale, come comportarsi

Affittando una casa vacanze viene quasi sempre richiesto un deposito cauzionale, da lasciare al momento del check-in e riprendere all’uscita. Si tratta di una somma di denaro a garanzia di eventuali danni all’immobile. Ricordatevi sempre di farvi rilasciare una ricevuta firmata del versamento dell’acconto e, soprattutto, verificate se è presente un verbale di consegna dell’appartamento. Si tratta di un foglio in cui il proprietario o l’agenzia constatano lo stato dell’immobile al momento della consegna.

Controllate bene l’appartamento e aggiungete tutto ciò che notate: un porta rotta, delle macchie sul muro o uno strappo sulla tappezzeria. Eviterete brutte sorprese al momento della restituzione.

Cosa dicono gli altri di quella casa

Quasi tutti i siti internet per la prenotazione di appartamenti danno la possibilità di conoscere i commenti e le recensioni degli ospiti che prima di voi hanno soggiornato in quella casa. Purtroppo, alcuni dei commenti che leggete potrebbero essere falsi, ma se notate su di una struttura centinaia di recensioni e se le recensioni sono state scritte da utenti esperti, difficilmente incontrerete brutte sorprese. Volete sapere perché non tutte le recensioni online sono vere?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *