Il buffet abbuffato

Addio caffè al volo senza nemmeno un cornetto mignon prima di entrare in ufficio. In vacanza gli italiani non vogliono rinunciare alla colazione…Secondo un sondaggio di Hotels.com, le abitudini e i gusti dei nostri connazionali sono chiari: l’80% durante la villeggiatura have the breakfast.

Nella ricerca condotta l’aspetto più importante sembra essere la quantità: il 51% dichiara di provare tutto quello che offre il buffet, il 36% si alza da tavolo più volte e non per tornare in camera, il 18% non passa una buona giornata se il piatto non trasborda. E ricordando mia nonna che mi diceva sempre di nascondere le marmellatine nella borsetta per quando sarei tornata a casa, il 9% ammette di “rubare” un po’ di cibo.

I viaggiatori made in Italy sembrano inoltre abbandonare le buone abitudini della dieta mediterranea, che vorrebbero una colazione a base di caffè, latte, 3 fette biscottate e un frutto, per lasciar spazio a quella continentale.

Via allora a uova strapazzate, pancetta, un bicchiere di succo di arancia. Ma dopo il salato viene il dolce e quindi si ri-parte con piatti pieni di biscotti secchi, cornetti farciti e fette biscottate. Senza qualche rimorso di coscienza però.. la maggior parte di noi afferma infatti che la colazione nostrana rimane la più salutare e benefica, ma poi nella pratica (soprattutto quando si è in vacanza e l’unica cosa a cui pensare è dove poter posizionare l’ombrellone in spiaggia) è tutta un’altra storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *