L’Everest in fumo

 

Estate all’insegna del benessere, quello fisico e non solo: in qualche spiaggia si potrà godere in tranquillita la tintarella di metà agosto senza l’olezzo del sigaro o della sigaretta del vicino di ombrellone. L’iniziativa, dopo quella di New York, è del sindaco della cittadina francese di La Ciotat (Bouches-du-Rhòne) che ha deciso di bandire il fumo e i fumatori da una spiaggia locale.

Il successo dell’iniziativa, come conferma il sondaggio di un settimanale d’Oltralpe, è probabilmente giunta alle orecchie degli amministratori del nostro Cilento, a Marina di Camerota: in un villaggio turistico del Touring Club i fumatori, finalmente, sono banditi, per la felicità dei bambini, degli asmatici e della spiaggia. Non solo i bagnanti infatti godranno dei benefici dell’assenza di nicotina: Marevivo anche quest’anno ha avviato una campagna per liberare le spiagge dai fumatori e, sopratutto, dalle cicche di sigaretta. In tutte le 300 spiagge interessate saranno distribuiti posaceneri tascabili, si spera privi del logo del patner dell’iniziativa, la Japan Tobacco International!

I mozziconi di sigaretta, in base ad una ricerca delle Nazioni Unite, sono nella top-ten dei rifiuti che inquinano il Mediterraneo soffocando, non solo gli appassionati di parole crociate ma anche pesci e vegetazione subacquea. Rimarrà deluso chi gia si immaginava Nemo sorseggiare un daiquiri fumando un sigaro cubano, ma rimarrà sorpreso chi non sperava nel successo dell’iniziativa: oltre 600.000 filtri risparmiati alle onde del mare, l’equivalente del’altezza di due monti Everst!!

 

E tu cosa ne pensi.. Vorresti che l’iniziativa della spiaggia di Marina di Camerota fosse diffusa in altre località balneari, oppure credi che sia semplicemente  l’ennesima battaglia contro il fumo, già persa in partenza?

Lasciaci un commento

 

1 comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *