Un giro per il mondo alla scoperta delle tradizioni pasquali

Dalla Germania alla Russia, passando per la Svizzera, l’Inghilterra, la Svezia e immancabilmente l’Italia, alcune curiosità e usanze da conoscere su come si trascorre la Pasqua nel mondo.

Uova di cioccolato e non solo. In Germania e in Svizzera si crede che ci sia un coniglietto dispettoso che nasconda le uova di cioccolato: puntualmente il giorno di Pasqua i bambini dovranno ritrovarle tramite una caccia al tesoro. In Francia invece sono i genitori dei più piccoli a nasconderle: qui le campane delle chiese non suonano da venerdì fino a domenica e si narra ai bambini che siano volate a Roma; così mentre la mattina di Pasqua i piccoli sono con gli occhi in sù, a cercare le campane che tornano a casa, i genitori si occupano delle uova.

In Bulgaria e in Russia le uova si colorano di rosso: perché possa portare salute nel primo, a simboleggiare la nuova vita ottenuta mediante il sacrificio di Cristo nel secondo. L’uovo è protagonista anche delle nostre tavole: durante la classica colazione pasquale si mangiano sode, poi per i più piccoli (e non solo) ci sono le uova di cioccolato da scambiarsi, con tanto di sorprese all’interno.  In Polonia invece è tradizione che la domenica di Pasqua i ragazzi portino in chiesa cesti con uova dipinte, salame e dolciumi e li depongano ai piedi dell’altare per ricevere la benedizione del sacerdote. In alcune località si fanno rotolare per strade e pendii fino a quando tutti i gusci non sono rotti: è il caso di Preston dove le uova rotolano lungo un pendio erbose.

 

Il kulitch russo

A tavola. Sulle tavole russe non manca mai il pasxa, un piatto a base di ricotta e il kulitch, un dolce lievitato all’uovo con uvetta. Gli inglesi si concedono i loro hot cross buns, ciambelle con uvetta e cannella, decorate con una croce di glassa, per ricordare la passione di Cristo. Agnello per Italia e Germania: infinite le ricette nel nostro paese, per completare poi il pranzo con la colomba, simbolo di pace.  Dopo un rigoroso digiuno, in Grecia si pranza con la soupa mayeritsa, accompagnata da riso e pane pasquale  o con la tipica maghiritsa, zuppa di interiora di agnello. Pasha e mammi per i finlandesi: un piatto a base di formaggio il primo, un budino di segale, il secondo.

Le curiosità. L’usanza di travestirsi da streghe e di andare in giro per la città in Svezia e in Finlandia, risale al medioevo: un’antica credenza popolare voleva che nel periodo precedente la pasqua le streghe volassero verso la montagna di Blakulla per trovare il diavolo. Mentre in Italia vengono benedetti i rami di ulivo, che troveranno posto nelle nostre case, in Svezia durante il giorno delle palme vengono benedetti i gattici, rami del pioppo bianco. In Germania si decorano le case con disegni: coniglietti, uova e altri motivi prendono vita sulle finestre, per ricordare l’inizio della primavera. In Inghilterra il giorno più importante è il giovedì santo perché costituisce il momento dedicato alle opere di carità. Lo stesso vale per la Grecia, dove durante il giovedì si organizza una processione guidata da uomini scalzi, vestiti con lunghe tuniche e incappucciati, i famosi farricocos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *