L'ingresso della metro di Londra

I fantasmi della metropolitana di Londra. Una guida per scovare gli spettri urlanti e le mummie egizie

Compie 150 anni la metropolitana di Londra, la più antica del mondo. The Tube, il tubo, (o Underground) è diventato negli anni uno dei simboli indiscussi della capitale britannica, insieme al Big Ben, agli autobus rossi a due piani e alle caratteristiche cabine telefoniche. Inaugurata il 9 gennaio 1863, la prima linea che da Paddington portava a Farringdon, è diventata nel tempo il motore di sviluppo della Londra che oggi conosciamo, megalopoli cosmopolita.

La Underground percorre oggi 460 chilometri ed ogni giorno è il mezzo di trasporto preferito per 3 milioni di passeggeri, circa un miliardo l’anno.Viene usata da tutti i ceti sociali, dai politici, come l’attuale premier David Cameron che l’ha utilizzata più volte sotto gli occhi dei passeggeri increduli, ai reali, come quando la regina Elisabetta II si mise ai comandi di un treno con partenza da Green Park, vicino a Buckingham Palace. Vuoi dormire in un Taxi a Londra? Leggi come fare..

undeground-london-thetube-fantasmi-londra-camden-townFantasmi. Scrutando attentamente la Tube Map, la piantina colorata che schematizza tutte le linee e le stazioni attive, è possibile tracciare una mappa dei fantasmi avvistati nel corso del tempo. Le ragioni di tante presenze paranormali sembrerebbero essere riconducibili al fatto che per la sua costruzione si è dovuto spesso scavare anche dove prima sorgevano cimiteri e fosse comuni e ad alcuni omicidi avvenuti proprio vicino ai binari.

Uno dei fantasmi più noti è quello della vecchia stazione, ora abbandonata, di Aldwych lungo la Piccadilly Line. Sono infatti molte le testimonianze dell’avvistamento di uno spettro di un’attrice morta suicida nel vecchio teatro. Un’altro avvistamento è riconducibile alla stazione di Covent Garden, dove il fantasma di William Terris, un’attore pugnalato mentre si recava in un panificio della zona, si aggira sulle scale durante l’orario di chiusura vestito con abiti antiquati.

Tra i fantasmi più famosi quello dell’ex stazione del British Museum, dove un mummia egizia continua ad infestare la Central Line con suoni e lamenti udibili anche dalla vicina stazione di Holborn. Tra gli avvistamenti più recenti quelli della stazione di Elephant and Castle. Pare infatti che durante i lavori di ristrutturazione per le Olimpiadi del 2012 gli operai abbiano più volte sentito il rumore di passi veloci e bisbigli insoliti lungo il marciapiede vicino ai binari. Guarda la Webcam live di Abbey Road, dove i Beatles camminarono sulle ormai famose strisce pedonali..

E’ stato invece soprannominato “the screaming ghost” (spettro urlante) il presunto fantasma di una giovane tredicenne, Anne Naylor, assassinata nel 1758 mentre prestava servizio presso un cappellaio vicino alla stazione di Farringdon.

 

 
 Recentemente è stato il programma televisivo Voyager di Roberto Giacobbo ad indagare sui presunti avvistamenti e ad intervistare alcuni dipendenti della TfL (Transport for London). Dall’inchiesta sono emerse ulteriori testimonianze di rumori, movimenti di porte e accensioni  improvvise di scale mobili spente avvertite durante le ore notturne, quando sembrano verificarsi i fatti più inspiegabili all’occhio umano. Per chi volesse approfondire l’inchiesta sulle presenze paranormali della metropolitana di Londra consigliamo di vedere la puntata di Voyager (video in alto). Per chi invece volesse andare a caccia di fantasmi, munito di macchinetta fotografica, consigliamo invece l’irrinunciabile Oyster Card, la carta magnetica che consente di risparmiare sul costo del singolo biglietto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.