Las Vegas Zona Paris

Las Vegas in un giorno: tra luci al neon e colori pastello

E’ possibile visitare Las Vegas in un giorno senza perdersi nemmeno una delle sue tante attrazioni? Certo che si, ecco come.

Las Vegas è una città molto amata. Un esempio importante di come si possa costruire una luccicante metropoli del divertimento nel bel mezzo di un deserto, quello del Nevada, che di certo non pareva il posto migliore per creare una città. Questo progetto, a cui, molti anni dopo e a migliaia di chilometri di distanza, si sono ispirate anche altre città nei Paesi Arabi, ha avuto un successo enorme. Las Vegas possiede tutto ciò che un turista possa desiderare: hotel di lusso, divertimento, ristoranti, spettacoli e molti, moltissimi casinò. Non è dunque difficile capire perché così tante persone la scelgono ogni anno per le loro vacanze americane. Molto spesso la città e il Nevada sono tappa di un lungo viaggio “on the road”, nel quale, si sa, i tempi sono assai ristretti.

Proviamo dunque a immaginare di avere a disposizione solamente un giorno e una notte da dedicare alla visita di Las Vegas. Siamo convinti che questo periodo di tempo, seppure limitato, sarà comunque sufficiente a farsi un’idea sulle mille sfaccettature di questa città. La scelta di contattare un buon noleggio auto a Las Vegas è senza ombra di dubbio la maniera migliore per visitarne le attrazioni. Inoltre, anche nell’ottica di un possibile viaggio su quattro ruote alla scoperta degli States, questa scelta è quasi obbligata. In città tutti gli hotel e i casinò posseggono delle spaziose aree parcheggio, per cui gli spostamenti non saranno di certo un problema. Andiamo dunque a costruire un possibile itinerario per il giorno e per la notte che passeremo a Las Vegas.

Per prima cosa dirigiamoci nella zona di Paris e lanciamoci in una colazione a buffet dal forte sapore francese, con crêpes e formaggi squisiti. SuccessLas Vegas Zona Parisivamente raggiungiamo l’ascensore che ci porterà sulla cima della Torre Eiffel. Da lì potremo godere di un’eccezionale vista sulla città. A questo punto mettiamoci in marcia e raggiungiamo la Strip, la via principale della città. Qui, tra grattacieli e lusso, troviamo il CityCenter Las Vegas, una lunga sfilata di hotel, grandi magazzini e casinò che lasciano davvero a bocca aperta per la loro opulenza.


 Ma Las Vegas è molto di più della città delle luci e del gioco d’azzardo. A soli trentacinque chilometri a ovest del centro si erge il Red Rock Canyon. In quest’area protetta, un’enorme roccia si slancia per oltre mille metri di altezza nel cielo chiaro del deserto. Un luogo da brividi che continuano nei venti chilometri successivi, nei quali una strada molto panoramica permette di raggiungere numerosi sentieri sparsi tra le grandi pietre rosse. Siamo molto lontani dai casinò della Las Vegas Strip, eppure ci dividono solamente poche migliaia di metri in linea d’aria.
Di ritorno da quest’escursione, quando l’ora di cena si avvicina, non resta che cercare, tra tutti quelli della città, il ristorante che più faccia al caso nostro. Molti offrono dei buffet davvero ricchi.

E dopo aver cenato, diritti verso gli show del centro città. Si può scegliere tra le acrobazie del Cirque du Soleil, gli spettacoli dei pirati e delle sirene, i teatri e lo sfarzo delle Bellagio Fountains, ispirate alle atmosfere Las Vegas Showdel lago di Como. Poi, con l’arrivo della notte, non resta che scaldarsi in uno dei tanti club della Strip, con un liquore o un lussuoso aperitivo. Saremo così pronti per gettarci nella mischia dorata dei casinò. Ce ne sono tantissimi ed è davvero molto difficile sceglierne uno solo: il consiglio è dunque quello di spostarsi e provarne di ogni genere. Facendo attenzione a limitare le perdite, perché, dal nostro punto di vista, abbiamo già vinto. Las Vegas, infatti, ci ha permesso di osservarla da vicino. Così tanto che quasi possiamo dire di conoscerla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *