Bruxelles, Museo Magritte

Bruxelles, viaggio nel cuore dell’Europa

Se pensate che Bruxelles sia soltanto la sede delle principali istituzioni dell’Unione Europea vi sbagliate di grosso. La capitale del Belgio è una città tutta da scoprire. È ricca di storia, ma anche di divertimento. Passare qualche giorno da queste parti è anche conveniente: è sin troppo facile trovare qualche volo low cost per raggiungerla e una volta arrivati non rimarrete delusi.

Una visita a Bruxelles non può che partire dalla Grand Place. Delimitata da maestosi palazzi – come l’Hotel de Ville o la Maison du Roi – e dalle case delle corporazioni, è considerata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Bruxelles, Grand PlaceTutt’intorno si snodano vari vicoli, molto suggestivi. Camminando da queste parti troverete anche il simbolo della città: la fontana del Mannequin Pis. Secondo la leggenda, quel bimbo raffigurato nella statua in bronzo fece la pipì sulla miccia di una bomba, salvando così la città da una violenta esplosione.

Non molto distante dalla Grand Place c’è l’Isola Sacra (l’Ilot Sacrè): è un dedalo di vicoli pieno zeppo di locali caratteristici. Altri sono davvero originali: avete mai bevuto un drink seduti su una cassa da morto? Ebbene: c’è anche questo nella capitale del Belgio. In questa zona potrete approfittarne anche per assaggiare una vera e propria specialità locale. Forse i cavolini di Bruxelles? Se li desiderate, di certo non mancano nei menu, ma in realtà la prelibatezza di Bruxelles si chiama “moules et frites”, ossia cozze e patatine fritte. Interessante, sempre in questo vivace angolo della città, la sua galleria coperta, realizzato nel XIX secolo.

Proseguendo nella vostra passeggiata troverete anche tanti negozi dove potrete approfittarne per acquistare il rinomato cioccolato belga. Ottima anche la birra: non vi mancherà occasione per degustarle nei tanti locali notturni del centro. Se volete spendere meno senza rinunciare al divertimento, è consigliabile raggiungere Place du Luxembourg.

Gli amanti della cultura non si lasceranno invece sfuggire i Musei reali delle Belle arti del Belgio: sono composti da quattro differenti collezioni (in diversi edifici) e raccolgono migliaia di opere che abbracciano uno spazio temporale chBruxelles, Museo Magrittee va dal XV secolo ai nostri giorni. Troverete capolavori che spaziano da Rubens a Delacroix, da Jacques-Luis David a Magritte. Una volta sul posto farete la necessaria selezione: per ammirare tutte le opere forse non basterebbero mesi. A proposito di musei: ce n’è anche uno dedicato al fumetto. Forse non lo sapevate, ma personaggi come Lucky Luke, Zagor o i simpatici Puffi sono nati da questi parti.

Naturalmente c’è tanto altro da vedere a Bruxelles: una visita la merita senz’altro l’imponente cattedrale di Saint Michel. In stile gotico, è il principale luogo di culto cattolico della città. Descriverla è riduttivo, ma è sicuro che resterete colpiti dalla sua bellezza. Interessante anche il Palazzo Reale, in particolare per i suoi interni raffinati e per le opere che vi sono esposte.

Passando invece a opere più moderne, non può non attirare l’attenzione l’Atomium, posto nel parco Grand Placedell’Heysel: alta oltre cento metri, questa struttura – che riproduce un cristallo di ferro ingrandito – fu realizzata nella seconda metà del secolo scorso. Si può raggiungere con la metro. È interessante perché, oltre a offrire la possibilità di godervi una bella veduta sulla città, ospita diverse esposizioni permanenti. Né sarà difficile imbattervi in concerti, mostre e altri eventi culturali. Se intendete fare acquisti particolari, prima di ripartire recatevi nel quartiere Marrolles: troverete -in Place du Jeu de Balle – uno dei mercatini delle pulci più interessanti e più grandi d’Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *