scarpa-viaggio

Come scegliere la scarpa più adatta per il viaggio

Nella vita bisogna sempre partire con il piede giusto, una metafora che alle volte va presa anche in senso letterale. Chi viaggia in giro per l’Italia e per il mondo, infatti, sa bene quanto sia importante farlo con la giusta attrezzatura, che va dagli zaini fino ad arrivare a abiti e accessori, come le scarpe.

Proprio queste ultime hanno un’importanza cruciale perché ci accompagnano nel nostro viaggio passo dopo passo. Il comfort quando si cammina, infatti, è davvero essenziale per potersi muovere agilmente ovunque siate diretti. Eppure, scegliere la scarpa più adatta per viaggiare può far sorgere dei dubbi e potrebbe non essere così banale e scontato. Ecco perché, qui di seguito, vi dirò come selezionare la scarpa perfetta per i vostri viaggi.

 

I fattori da tenere in considerazione

A ogni destinazione la sua calzatura: una regola che tutti voi fareste bene a rispettare, per una questione non solo di comfort, ma anche di sicurezza. Per fare un primo esempio concreto, chi ama il trekking non può assolutamente rinunciare a una scarpa con rinforzo sulla caviglia e con una suola adeguata ai terreni sconnessi. Soltanto così si potranno evitare scivoloni e distorsioni, oltre ai dolori alla pianta del piede. Modelli molto di moda al momento, come nel caso delle sneakers Adidas Stan Smith presenti online, sono invece perfetti per le vacanze cittadine: è possibile usarli per camminare per molte ore di fila, senza accusare il minimo fastidio ai piedi, perché sono davvero confortevoli.

scarpa-dirupo

Chiaramente conta anche il clima, visto che in inverno emerge la necessità di indossare un paio di scarpe in tessuto impermeabile, capaci di mantenere il piede al calduccio. Mentre, d’estate, è sempre meglio scegliere scarpe traspiranti e leggere per evitare di far sudare il piede. Per i viaggi di lavoro, che richiedono un look elegante e formale, sono richieste scarpe diverse: in questi casi, il consiglio è di portare con voi almeno un paio di Oxford, o in alternativa delle Derby, che hanno il vantaggio di essere chic e comode al tempo stesso.

 

Versatilità, comodità, qualità e stile

È importante sapere in anticipo cosa farete durante il viaggio, perché solitamente non è possibile portarsi più di due paia di scarpe, per i limiti di peso in valigia, soprattutto in aereo quando si viaggia con compagnie low cost. Dunque, è fondamentale partire con delle scarpe che siano anche molto versatili. Per fare un esempio concreto, un sandalo può sostituire una ciabatta, ma una ciabatta non può di certo rimpiazzare un sandalo.

Ancora una volta le sneakers rappresentano un’ottima risposta in grado di soddisfare diverse esigenze, mentre il secondo paio di scarpe di riserva può essere anche più specifico (lo scarpone per il trekking, le ciabatte e via discorrendo).

Ad ogni modo, quando si arriva alla scelta di un buon paio di calzature da viaggio, bisogna sempre rispettare tre parametri: il comfort, il peso e la qualità dei materiali. Anche lo stile conta, perché tutti vogliamo fare bella figura quando andiamo in giro per il mondo.

 

Altre aspetti utili da conoscere

Ritornando alle caratteristiche tecniche, ecco un altro consiglio: se si parla di scarpe per attività particolari è sempre meglio farsi consigliare da un commesso esperto. Serve per capire esattamente come reagirà la scarpa alla rullata del piede, giusto per fare un esempio, oppure quale livello di ammortizzazione offrirà quella calzatura specifica. Inoltre, un altro suggerimento aureo è il seguente: mai mettersi in viaggio indossando un paio di scarpe nuove, per due motivi.

Intanto, serve indossarle un po’ di tempo prima di partire per dare loro il tempo di adattarsi alla conformazione dei nostri piedi ed evitare così di partire con delle scarpe scomode. Perché, anche se inizialmente un paio di scarpe potrebbe risultare comodo, è sui percorsi lunghi che si può valutare la loro tenuta e il livello di comfort offerto.

Spero che i consigli di oggi vi aiuteranno a scegliere un paio di calzature adatte per il viaggio, ma anche per le vostre specifiche esigenze. Vi consiglio di cercare sempre di seguirli, per evitare calli, dolori e infortuni quando siete fuori.

Per approfondire: se per il tuo viaggio hai scelto di dormire in un campeggio ti potrà essere utile il nostro articolo sull’attrezzatura necessaria da portare in campeggio.

 

Marco R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *