case-romane

Visitare Roma come un romano: i luoghi da non perdere

 

Oggi ti svelo i luoghi dove i veri romani di Roma anzi, dove i veri “romani de Roma” come me vanno quando vogliono trascorre qualche ora nella città eterna. C’è chi definisce questi luoghi i luoghi per vivere Roma come un “local” o i luoghi della Roma insolita. Scemenze.

Sono i luoghi che fanno parte della cultura romana, i posti che solo chi vive davvero in città frequenta o ha visitato almeno una volta nella vita. Questo perché, ricordiamolo, Roma è grande, e ti assicuro che per uno che vive a Roma sud (come me) andare a mangiarsi una pizza o a bere una cosa a San Lorenzo, un quartiere di Roma Nord, potrebbe essere non proprio veloce.

Che vuol dire? Vuol dire prendere il GRA, il Grande Raccordo Anulareche circonda la Capitale e nelle soste faremo l’amore e se nasce poi un figlio lo chiameremo Roooma” cantava Guzzanti scimmiottando Antonello Venditi. Nel mentre è passata almeno un’ora, la fila di auto, i clacson e le vibrazioni costanti sui sampietrini, i blocchi di pietra utilizzati per la copertura stradale.

Bando alla ciance, ecco allora una selezione di alcuni dei migliori luoghi da vedere a Roma per visitare Roma come un romano vero. Questi sono i luoghi dove vanno i romani durante il giorno e la sera, per godersi e visitare la città. Niente trappole per turisti: se poi hai intenzione di prenderti una bella carbonara con cappuccino in Piazza Navona, beh, sono cavoli tuoi.

Hey, vuoi trovare un volo low cost? :-D Se come me sei un appassionato di viaggi, quelli decisi in un istante, quando si trova l'offerta di un volo low cost a cui non si può rinunciare, sei nel posto giusto! Per trovare tanti voli low cost, clicca qui.

voli low cost

Un caffè con l’acqua der Sindaco

Iniziamo la scoperta della Roma dei romani dal bar, luogo di incontro mattutino per godersi una caffè con brioche. “Brioche de che?” Ti direbbe un vero romano. A Roma, ricordati, non ci sono brioche, ma cornetti. Quindi, inizia la giornata con un cappuccio (cappuccino) un cornetto (o una bomba con la crema) e un bicchiere di acqua der Sindaco, l’acqua di rubinetto.

roma

Parchi di Roma

Se ti trovi nel centro di Roma, vicino a piazza di Spagna, perditi nel verde di Villa Borghese: dalla sua terrazza, la celebre Terrazza del Pincio è possibile scrutare Piazza del Popolo. Dietro di te troverai passeggiate nel verde e sarai circondato da statue, fontane, il Bioparco, il Museo e Galleria Borghese, il Tempio di Esculapio e l’Orologio ad acqua del Pincio. Da visitare anche Villa Doria Pamphilj e Villa Ada.

villa-borghese-roma

Passeggiata sull’Appia Antica

Ci troviamo fuori dal centro romano, nel parco di via Appia Antica, un patrimonio storico che si immerge nella campagna romana, tra ville e statue. Abitando vicino all’aeroporto di Ciampino poco fuori il GRA (Grande Raccordo Anulare) ero solito andare a correre sull’Appia Antica da Via di Fioranello fino all’incrocio con via di Torricola, poco prima del Mausoleo di Casal Rotondo.

Se non vuoi correre, prenditi una bicicletta e ripercorri un’antica strada romana, percorsa dalla notte dei tempi dai romani. Troverai resti di sepolcri dell’età augustea, statue, sampietrini antichi e i famosi pini di Roma che costeggiano tutto il percorso, un varco verde dentro la vera campagna romana.

appia-antica

Mura di Roma

Più che un luogo visitato dai romani è uno degli innumerevoli simboli della città e del Sacro Romano Impero. Oggi sono ancora presenti all’interno della vita di ogni giorno: costeggiano ad esempio il tratto che va da Muro Torto fino a Castro Pretorio.

I vicoli di Trastevere e la piazzetta

Luogo di ritrovo di giovani romani e di turisti, il quartiere è situato sul lato esterno del Tevere, nei pressi di Ponte Sisto. Comodo per concedersi poi una passeggiata verso Campo dei Fiori e Piazza Navona. Vai in Piazza Trilussa e bevi una birra, anzi “na biretta” seduto sui gradini adiacenti alla Fontana di Ponte Sisto (nota anche come fontana dei Centro Preti).

Cosa devi fare a Trastevere? Devi perderti tra i vicoli e tra gli scorci genuini. Ti trovi in uno dei luoghi romani per eccellenza, dove avrai la possibilità di respirare l’atmosfera di un borgo nel centro della Capitale. Perditi, passeggia e scoverai piccole piazze silenziose a due passi dal caos, strade illuminate dai lampioni e palazzi storici. In questo quartiere è situato uno dei B&B Hotels a Roma, un’ottima soluzione se cerchi un hotel per alloggiare a Roma a poco prezzo.

Parti da piazza Trilussa e, se hai voglia di camminare, arriva fino a Testaccio, un’altro storico quartiere di Roma. Entra in una delle botteghe di antiquariato, come ad esempio Polvere di tempo di via del Moro.

piazza-trilussa

La domenica a Porta Portese

La domenica mattina vai a Porta Portese, il mercato all’aperto di Roma dove perderti tra centinaia di bancarelle (sono più di seicento) di antiquariato, vestiti, elettronica, dischi in vinile e molto altro ancora. Lo troverai ogni domenica mattina, dalle ore 6.00 alle 14.00.

Per scoprirlo puoi partire proprio da Trastevere: passeggia in direzione Porta Portuense e scendi su via Portuense. In totale percorrerai circa tre chilometri e ti sorprenderai per la quantità degli oggetti esposti, di ogni epoca storica: dagli autoradio degli anni ’80, alle bici, dai ricambi per auto ai libri e ai giocattoli d’epoca.

Per parcheggiare a Porta Portese puoi provare nel quartiere Testaccio, al di là del Tevere, dove lasciare l’auto sulle strisce blu è gratuito durante la domenica.

La terrazza del Gianicolo

Se vuoi fare colpo su una turista vieni qui a mezzogiorno per assistere allo storico sparo del colpo di cannone. Questo è uno dei rituali tradizionali di Roma. È infatti dal lontano 1847, quando fu introdotto da Papa Pio IX, che la cannonata continua ad essere presente nella vita dei romani. Fu ideata per allineare i rintocchi delle campane di tutte le chiese di Roma.

Vieni qui la sera, magari al tramonto, per goderti un panorama romantico sulla città. Vedrai la Basilica di San Pietro, la cupola del Pantheon, il Vittoriano e tanto altro. Mancherà solo un bacio di ringraziamento per concludere la serata.

Una chicca romana: se ti sposti con la macchina vai a Lo Zodiaco, il Ristorante Bar con veranda e vista panoramica situato sulla sommità di Monte Mario.

panorama-lozodiaco

Panorama da Lo Zodiaco

Giardino degli Aranci e il Cupolone dal buco della serratura

Rimanendo in tema di luoghi romantici dove vanno i romani il Parco Savello, conosciuto come Giardino degli Aranci è sicuramente da visitare. Perché? Vai qui al tramonto, ti emozionerai nel vedere i templi, le chiese, i tetti, le cupole e tutto il belvedere della città. Potrai godere di un panorama unico passeggiando tra gli alberi di arancio. E se vuoi verificare la bontà dell’amore della tua o del tuo consorte, in pochi passi potrai raggiungere la Bocca della Verità (circa otto minuti a piedi).

Un luogo da visitare che solo i romani conoscono: una volta arrivato al Giardino degli Aranci, oltre ad una visita al vicino Roseto Comunale, vai in Piazza Cavalieri di Malta, pochi metri più avanti. Qui, sulla destra troverai la Villa del Priorato di Malta. Ecco, avvicinati alla porta e metti l’occhio sul buco della serratura.

Ti sorprenderai nel vedere la Cupola di San Pietro alla fine del viale alberato dei giardini dell’ordine. Una vista mozzafiato di giorno e un’emozione inaspettata e illuminata durante la notte. Il Cupolone, anzi “er Cuppolone” come non l’avrai mai visto.

san-pietro-dal-buco-serratura

Il quartiere Coppedè

Ecco uno degli altri luoghi non conosciuti dai turisti, ma ben conosciuti e visitati dai romani e abitati dai romani più benestanti (definiti “pariolini”, gli abitanti del quartiere Parioli di Roma). Il quartiere Coppedè, tra la via Salaria e Viale Regina Margherita, a Nord di Roma. Qui potrai trovare il fascino di un luogo vissuto dai romani dove lo stile Liberty si unisce all’Art Deco, all’arte greca, romana, barocca e a tratti anche medievale.

Il quartiere fu realizzato agli inizi del 1900 dall’architetto Gino Coppedè. Troverai la Fontana delle Rane, in piazza Mincio, diventata nota anche per il bagno di alcuni turisti britannici dopo un concerto nella famosa discoteca Piper: erano i Beatles!

coppede-roma

Foto di Sergio D’Afflitto

Ghetto di Roma

Il ghetto ebraico è tra i più antichi del mondo. Ci troviamo nel centro storico di Roma, nel rione Sant’Angelo, nei pressi dell’Isola Tiberina. In questo quartiere troverai tanti ristoranti, espressione della conosciuta e apprezzata cucina ebraico-romanesca. Tra le vie più belle non dimenticarti di perderti in via della Reginella e in via di Sant’Ambrogio. Se presterai attenzione incontrerai inoltre il Tempio Maggiore di Roma, la principale sinagoga di Roma, sul Lungotevere de’ Cenci.

Quartiere San Lorenzo

Descrivere San Lorenzo in poche righe è davvero difficile. Quartiere di giovani, vista la vicinanza dell’Università La Sapienza e quartiere della vita notturna, dove il passeggiare ti conduce dal Cimitero Monumentale del Verano fino al Nuovo Cinema Palazzo, occupato dagli attivisti per protestare contro la costruzione di una sala giochi privata. Da qui si arriva, tra ristoranti e storici bar, come lo storico Bar Marani, in piazza dell’Immacolata, punto di ritrovo di giovani e dove non è difficile trovare droghe offerte e consumate un po’ ovunque, fino a tarda notte.

Rione Monti

Ci troviamo dietro il Colosseo, non distanti dalla stazione Termini, in uno degli angoli più suggestivi di Roma, in cui perdersi tra viuzze e localini. E ancora stradine strette piene di osterie, taverne e negozietti. Inoltre, proprio qui, trovi un simbolo della romanità celebrata dai romani praticanti la fede calcistica. Il papa? Macché, il famoso murales dedicato a Francesco Totti, il capitano dell’As Roma, situato su un muro di via del Pozzuollo, 65.

murales-totti-rione-monti

Lo zozzone: panino con la salsiccia

Ora li chiamano food truck o street food, a Roma si chiamano solo in un modo “zozzoni”. Sono i camion, spesso illuminati e appariscenti, che troverai in molte vie di Roma, nel centro e in periferia, in cui farsi preparare panini con porchetta o salsiccia fino alle prime ore del mattino.

C’è Giorgione, tra i più famosi di Roma, alla fine di Ponte Flaminio, ma ne troverai tanti altri pronti ad offrirti zozzer… scusami, prelibatezze da asporto, in giro per la città.

Ti è venuta fame e non sai cosa mangiare a Roma? Beh, leggi il nostro articolo. Trovi tutti i migliori piatti romani da assaggiare durante il tuo soggiorno nella capitale.

Er cornettaro notturno

Il cornetto e ripeto “cornetto” e non brioche, insieme alle bombe fritte, ai saccottini, alle sorchette o alle pizzette rosse appena sfornate, sono una delle attività praticate nei luoghi notturni visitati dai romani a Roma. Troverai laboratori di pasticceria aperti in tutta la città dove entrare e gustare un cornetto con la nutella appena sfornato. Se ti trovi a Roma devi assaggiarne uno.

Dove trovare i Cornettari notturni di Roma? A Centocelle lo trovi in Via dei Ginepri; al Vaticano lo trovi alla Cornetteria di via Angelo Emo 25; nei pressi di Castro Pretorio trovi la famosa Sorchetta doppio schizzo (il cornettaro notturno tra i più famosi di Roma); in zona Ostiense c’è il Cornettone, in via Oderisi da Gubbio 215; a Testaccio c’è il Dolce Notte, in via dei Magazzini Generali, 15 e per concludere (ma la lista sarebbe infinita) citiamo il Maritozzaro di Trastevere, in via Ettore Rolli, 50, dove assaggiare il tipico maritozzo con la panna.

Quasi dimenticavo, in zona San Lorenzo c’è la Cornetteria San Lorenzo, in via dei Piceni, 130.

Una gita a Ostia Beach: i cancelli

Per finire non dimenticare di visitare Ostia Beach, (si chiama solo Ostia) la frazione del comune di Roma che affaccia sul mare. Se vuoi concederti un bagno estivo e provare un po’ della vita romana da spiaggia puoi andare ai frequentatissimi cancelli di Ostia, oppure puoi passeggiare sul lungo mare del centro tra un ristorante e un cocktail sulla spiaggia.

Consiglio: se raggiungi Ostia con la macchina e intendi percorre via Cristoforo Colombo fai molta, ma molta attenzione. Troverai più autovelox che pini di Roma.

ostia-spiaggia

Mangiare il pesce a Fiumicino

Il romano se vuole mangiare pesce si sceglie un ristorante di fiducia nel centro di Roma oppure se ne va a Fiumicino, il comune della città metropolitana di Roma Capitale. Puoi visitarlo per passeggiare lungo il molo ed entrare in uno dei ristoranti di pesce della zona.

Consiglio: troverai tanti ristoranti, dal famoso (ma caro) Bastianelli al Molo ai ristoranti di famiglia, come il mio, il ristorante di pesce Il Moro in via dei Lucci, 20.

Ariccia e i Castelli Romani

Il sabato o il venerdì sera, se vuoi sentirti un romano in trasferta anche tu, vai ai Castelli Romani. Poco fuori Roma, troverai meravigliosi paesi immersi nella natura e contaminati dal cibo genuino. Il più famoso è sicuramente Ariccia, patria della porchetta d’Ariccia. Qui, in via Borgo S. Rocco e nelle viuzze limitrofe, troverai tante fraschette dove assaggiare tipici piatti romani della tradizione.

Per approfondire: puoi leggere il nostro articolo con tutte le informazioni e i ristoranti in cui mangiare ai Castelli romani.

fraschetta-ariccia-1

 

 

 

newsletter blogger viaggio

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti e riceverai i miei consigli di viaggio non appena saranno pubblicati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *