12 cose da fare a Milano dopo il coronavirus

Ci risiamo, ancora in zona rossa, ancora a guardare i bollettini giornalieri nella speranza che i numeri dei contagiati diminuiscano e che si possa così tornare alla vita normale. Te la ricordi la normalità? C’è chi filosofeggia sull’opportunità che abbiamo avuto di vivere le cose semplici, di apprezzare la libertà che avevamo dato per scontato, come viaggiare, muoversi, vivere la propria vita in qualsiasi città si voglia. Scemenze. Apprezzavo già da prima la mia libertà, che esprimevo con viaggi ed escursioni nella natura, scoprendo nuove culture e incontrando, stringendo mani e regalando abbracci.

Ma torniamo alla realtà, siamo nuovamente in zona rossa, con il divieto di spostarsi tra comuni o tra regioni se non per motivi di lavoro, saluto o urgenza. Quindi puoi armarti di fantasia per trascorrere un po’ di tempo in casa, tra libri, corsi online, conversazione in lingua straniera su qualche applicazione e film.

Se vuoi stare a casa e viaggiare virtualmente puoi leggere il nostro articolo sui viaggi virtuali.

Oppure puoi iniziare a pianificare il dopo pandemia (perché, facendo le corna, ci sarà un dopo pandemia) e fare la tua lista di cose da vedere e luoghi da visitare.

Questo è quello che abbiamo fatto noi, pensando alla nostra Milano, città in cui viviamo ormai da anni. Non appena sarà possibile muoversi con maggiore libertà vorremmo scoprire nuovamente gli angoli della capitale meneghina che ci stanno più a cuore o riavvicinarsi ai luoghi della città senza la paura di venire contagiati o di prendere una multa.

Cosa fare a Milano dopo il coronavirus?

Prima di iniziare, anche se è scontato, la prima cosa che potrai fare non appena sarà passata la pandemia sarà…dormire a Milano! So che fa strano parlare di un’attività così banale, ma visto il periodo non lo è affatto!

Non appena potrai viaggiare, avrai la possibilità di dormire in uno degli Hotel del centro della città. Il modo migliore per entrare in contatto con l’atmosfera meneghina e sentirti un po’ milanese anche tu. Quindi, preparati per il futuro, trova un alloggio a Milano e parti. Incrociando le dita, la normalità è vicina!

1. Andare alle terme di Porta Romana

Nel centro di Milano, in zona Porta Romana (adiacente alla fermata della metro gialla Porta Romana) sono un percorso sensoriale di benessere per staccare dopo una giornata di lavoro e prendersi cura di sé. Sono stato alle terme di Milano durante il periodo invernale e ti consiglio di andarci non appena sarà possibile. Vasche idromassaggio all’aperto e ampie piscine, insieme ad una sauna realizzata all’interno di un vecchio tram utilizzato dall’ATM (l’Azienda Trasporti Milanesi).

2. Partecipare ad una nuova edizione del fuori salone

Durante la pandemia, il Salone del Mobile, uno degli eventi più importanti della città, è stato prima rinviato e poi definitivamente annullato, con l’auspicio di poterlo aprire l’anno a seguire. Finalmente ci siamo, a settembre, se tutto andrà bene, ci sarà il nuovo salone del mobile, dal 5 al 10 settembre.

Hey, vuoi trovare un volo low cost? Se come me sei un appassionato di viaggi e vuoi trovare l'offerta di un volo low cost a cui non potrai rinunciare, sei nel posto giusto!

Non sapremo come sarà la situazione a settembre, anche se vaccini e decorso della pandemia sembrano suggerire un finale ottimistico, ma sarà un’occasione per scoprire nuovamente la città. Eventi, arte, design coloreranno la città nel Fuori salone, tutte le iniziative che vengono organizzate durante questo periodo.

3. Passeggiare lungo i Navigli

navigli-di-milano

Durante questo periodo sono stati spesso chiusi, per evitare il passaggio di troppe persone. Dopo la pandemia si potrà finalmente passeggiare dalla Darsena lungo il Naviglio, per scoprire negozietti e per degustare qualche buon piatto in uno dei ristoranti presenti. Verso sera potrai, invece, lasciarti i Navigli alle spalle, continuare la passeggiata verso le Colonne di San Lorenzo, tra negozi di abiti vintage e aperitivi on the road.

4. In bicicletta lungo il naviglio della Martesana

Siamo più volte saliti in sella alla nostra bici con direzione “fuori Milano”. Dove? Lungo il Naviglio della Martesana. Non appena potrai uscire dal tuo comune, prendi la bici o noleggiane una ed entra nel Naviglio della Martesana. Uscendo da Milano potrai raggiungere paesi dell’hinterland milanese: in mezzo alla natura, attraversando la ciclabile della Martesana. Qui trovi il racconto della nostra pedalata lungo il Naviglio della Martesana con l’itinerario che abbiamo scelto.

5. Andare in Montagna e guardare Milano da lontano

montagne-vicino-milano

Le montagne vicino Milano, viste da Milano

Che belli i vecchi weekend milanesi, anche se di milanese c’era giusto la partenza, da Milano per l’appunto! Partire il venerdì sera o il sabato mattina alla scoperta di una delle montagne vicino a Milano o lungo uno dei paesi a picco sul lago.

Siamo stati più volte a Montevecchia, per raccogliere le castagne e per mercatini locali, abbiamo scalato montagne per raggiungere i Corni di Canzo (qui trovi la nostra esperienza ai Corni di Canzo) e ci siamo persi per trovare uno dei crotti di montagna di Montepiatto, sopra Torno, sul lago di Como. Non appena si potrà viaggiare di nuovo, preparati a scoprire la montagna.

Hey, vuoi trovare un volo low cost? Se come me sei un appassionato di viaggi e vuoi trovare l'offerta di un volo low cost a cui non potrai rinunciare, sei nel posto giusto!

6. Fare shopping su Corso Buenos Aires.

Sono tanti i luoghi a Milano in cui fare shopping (ne abbiamo parlato qui) anche se io preferisco, per praticità e numero, i negozi di Corso Buenos Aires. Da qualche tempo hanno modificato l’organizzazione del traffico aggiungendo delle piste ciclabili all’interno della strada: un motivo in più per uscire di casa e unire sport ad un po’ di shopping.

7. Passeggiare dalla Pinacoteca di Brera fino a piazza Gae Aulenti

dietro-piazza-agae-aulenti

È tra le passeggiate che preferisco maggiormente. Perché? Per la la possibilità di scoprire uno dei quartieri storici più belli di Milano, Brera, unendo la tradizione con la modernità dei grattacieli di piazza Gae Aulenti. Qui sorge la torre dell’Unicredit e dietro la torre è possibile ammirare il verde del Bosco Verticale, tra i grattacieli più belli del mondo.

Da Brera, non appena potrai muoverti in libertà, prende via dei Fiori Chieri uscendo a via Mercato, per poi dirigerti lungo Corso Garibaldi fino a Porta Garibaldi, da lì prosegui lungo Corso Como fino a piazza Gae Aulenti.

8. Aperitivo milanese nella Milano da bere

Ormai diventata una tradizione, la Milano da bere, con le sue feste, i suoi aperitivi infiniti e l’allegria che si respira nelle strade, ci manca. Torneremo a incontrare amici e nuove persone non appena sarà possibile per degustare aperitivi a buffet e trascorre una serata all’insegna dell’Happy Hour.

9. Abbracciare un milanese

Se non sei di Milano e vivi a Milano, avrai difficoltà a trovare un vero milanese! Lo so, è un luogo comune, che viene estremizzato dal grande flusso di persone che ogni anno decidono di trasferirsi in città per trovare lavoro o aprire un’attività. Ma è vero! Ed è vera, palpabile, la nostra voglia di tornare ad abbracciarci, di ritrovare quella normalità degli affetti che inizia a mancarci.

E se dobbiamo farlo a Milano, perché non farlo con un milanese Doc? Quindi, trovati un Fumagalli o un Brambilla (due dei cognomi milanese più diffusi) e vai di abbracci Covid free.

10. Andare in via Lincoln e imbucarsi ad una festa.

Non molti la conoscono, stiamo parlando di un gioiellino di strada vicino a Corso XXII Marzo. Ti troverai in un luogo fatto di ciottoli, di villette colorate e cortili che sembrano usciti fuori dal tempo, rispetto alla modernità e alla velocità con cui cresce il resto della città.

Qualcuno l’ha definita come la “Burano milanese” o il “quartiere Arcobaleno”. Chiamala come ti pare, ma appena puoi vai lì e fatti una passeggiata. Potresti unire un po’ di shopping lungo corso XXII Marzo, una passeggiata nella zona attraversando via Lincoln e un pranzo gourmet (ma non costoso) al BBQ, in via Pasquale Sottocorno 5A. Perché lo conosco? Ho lavorato in questa zona per 6 (sei!) anni e conosco bene la via e i tanti ristorantini aperti per pranzo (se vuoi conoscerne altri scrivimelo nei commenti).

11. Andare in un mercatino dell’usato

Per finire, non appena sarà possibile uscire di casa, verranno consentiti nuovamente eventi, feste e mercatini. Se sei di Milano o se ti trovi a Milano per un viaggio di piacere o di lavoro devi andare in uno dei mercatini che vengono organizzati nella città. Un mix di oggetti vintage, di antiquariato e opere d’arte di artisti locali che si uniscono ai prodotti degli artigiani locali, tra vestiti alla moda fai da te e pezzi unici che puoi trovare solo nei mercatini.

Abbiamo partecipato a tantissimi mercatini (come espositori): dalla Fiera di di Sinigaglia dei Navigli (lungo Ripa di Porta Ticinese) fino al Wunder Market e all’East Market.  Appena sarà possibile, dopo la pandemia, riservati qualche ora per scoprire uno dei mercatini della città. Se vuoi conoscere tutti i migliori mercatini di Milano puoi leggere il nostro articolo.

12. Prendere uno dei vecchi tram milanesi

tram-milanese-vecchio

Per qualche anno da Lambrate ho preso il tram 19 in direzione piazza Cinque giornate. Devo dire che era davvero suggestivo. Finestrini semi aperti, interni in legno con lampade grandi in vetro, mentre dai vecchi finestrini scorre la città. Non appena potrai prendere i mezzi con sicurezza, ti consiglio di prendere uno dei vecchi tram milanesi e goderti la città dal suo interno. 

newsletter blogger viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi i miei consigli di viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *